711 OPERE PUBBLICATE   3869 COMMENTI   76 UTENTI REGISTRATI

Utenti attivi: Jack Scanner, Rubrus,

RICERCA LIBERA E FILTRI DI VISUALIZZAZIONE

Sezioni:    Narrativa   |    Saggistica   |    Poesia   |    Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti   |    Momenti di gioco e umorismo a premio e turismo culturale.   |   

Ricerca per genere e utente (work in progress)

Mauro Banfi il Moscone

Partenariato col gruppo facebook H.P. Lovecraft - Italia

"L'APOSTROFO"

Narrativa di gruppo

Festival Lovecraft in P.I.A.F.

pubblicato il 2018-11-04 16:53:48

Il "Festival Lovecraft in P.I.A.F" è postato in partecipazione con il gruppo Facebook "H.P. Lovecraft - Italia". Un grazie al loro gentilissimo Admin e un gentile invito a tutti noi PIAFfiani a sostenere e seguire questo bellissimo gruppo storico italiano, dedicato al weird e a HPL. Cliccare sul nome del gruppo per accedere al social su HPL:
H.P. Lovecraft - Italia

 

SEGNALA ALL'AUTORE IL TUO APPREZZAMENTO PER QUESTA PUBBLICAZIONE

SEGUI QUESTO AUTORE PER ESSERE AGGIORNATO SULLE SUE NUOVE PUBBLICAZIONI

L'AUTORE Mauro Banfi il Moscone

Utente registrato dal 2017-11-01

P.I.A.F. è come la mia passata quinta elementare, quando il maestro Crippa istituì la biblioteca circolante e con letture di pezzi scelti e di sinossi m'introdusse alla grande tradizione dell'avventura. Già allora imparai che Poe, Stevenson, Melville, Salgari, Defoe, Verne, Conrad e London si erano divertiti e appassionati a scrivere romanzi marinareschi proprio perché il filone già esisteva prima ( i vari resoconti di Colombo, Marco Polo e altri esploratori), e avevano provato il piacere intenso di essere una perla della collana di una tradizione letteraria. Anche in questo fantastico sito sta accadendo che il proverbiale narcisismo degli scrittori conta molto meno del piacere di far parte di una compagnia, come se la partecipazione fosse premio a se stessa. Questo è il grande gioco della letteratura: il comprendere che il nostro presente pullula di tracce del nostro passato. Noi siamo storie, racconti per noi stessi. Abbiamo solo questa forza per controbattere l'aumento costante dell'entropia, il vero It, il male che dobbiamo affrontare.

ALTRE OPERE DI QUESTO AUTORE

SACRILEGIO! - seconda parte de "Il racconto del vecchio Lupo di mare", da Coleridge Narrativa

IL SECONDO ANNIVERSARIO DI P.I.A.F. (PAROLE INTORNO AL FALO') CON IL DEMONE BABELION Narrativa

Il racconto del vecchio Lupo di mare (liberamente tratto dal poema di Samuel Taylor Coleridge) Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Ottobre: La visione nella casa di Giulio Romano Saggistica

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Settembre: PAN & PROTEO Saggistica

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Agosto: Eros e Psiche, il mito della Rinascenza Saggistica

I DECANI: Ritornando All'Umanesimo e al Rinascimento: mese di Luglio: HOMO OMNIS CREATURA, Giuseppe Arcimboldo Saggistica

Quando lo scrittore di narrativa fantastica diventa l'imbonitore e il guitto di se stesso - provo tristezza -. Saggistica

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Giugno: VIRTUTI S.A.I - VIRTUTI SEMPER ADVERSATUR IGNORANTIA- VIRTUS COMBUSTA/ VIRTUS DESERTA Saggistica

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Maggio: DENTRO LE PRIMAVERE Saggistica

LA PRIMA E ULTIMA VOLTA CHE PARTECIPAI A UN RADUNO DI SCRITTORI LITWEB Narrativa

I DECANI: RITORNANDO ALL’UMANESIMO E AL RINASCIMENTO Mese di Aprile - L'amore per gli animali di Leonardo da Vinci - Saggistica

Chi ha ucciso Neteditor? Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Marzo : Giulia, figlia di Claudio Saggistica

Il veliero nella bottiglia Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI FEBBRAIO: Ade e Trasfigurazione Saggistica

LA NUTRIA E LO ZOO SERIAL KILLER Narrativa

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI GENNAIO: DUMQUE SENEX PUER Saggistica

IL BASTONE DI KOUROO (scritto per un altro nuovo anno) Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI DICEMBRE: quella decadente mancanza di senso nelle immagini attuali del web. Saggistica

OPERA STARDUST: "Falcon Tempo" di 90Peppe90 e Mauro Banfi Narrativa

Parliamone insieme...Scrivere per se stessi, per pochi altri o per tanti? Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

I DECANI: ritornando all’Umanesimo e al Rinascimento MESE DI NOVEMBRE: il silenzio Saggistica

UN ANNO VISSUTO CON PAROLE INTORNO AL FALO’, ZONA DI CONFINE Saggistica

Partenariato col gruppo facebook "H.P.LOVECRAFT: IL CULTO SEGRETO" Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Partenariato col gruppo facebook "Weird Italia" Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Partenariato col gruppo facebook H.P. Lovecraft - Italia Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Festival Lovecraft in P.I.A.F. "Seguendo l'airone rosso" Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

SAINOPSYS - VOX! by Mosco* Poesia

Parliamone insieme...Il chiaroscuro critico Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

FAR WEB: lo spacciatore di sinossi - prima puntata - Narrativa

FAR WEB (lo spacciatore di sinossi) Narrativa

Non davvero ora non più Narrativa

Il caso Publius Vesonius Phileros: un litigio di duemila anni fa. Narrativa

Parliamone insieme...Obsession/Possession Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Solo per conversare un po’ insieme… Parole Intorno Al Falò, stagione 2018/2019 Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

L'ultimo giorno sulla terra di Manji, il vecchio pazzo per la pittura Narrativa

Partita a Shogi con la nera Signora Narrativa

A spasso per il monte Fuji, in cerca di vedute Narrativa

Voglio vivere come Hokusai - il trailer - " Hitodama de yuku kisanij ya natsu no hara" Narrativa

Pensieri e immagini per l'estate (II) Narrativa

Pensieri/immagini per l'estate (I) Narrativa

Sia santificato il tuo nome, vita Narrativa

La visione del Dottor Mises Narrativa

IL PROBLEMA DEL RICONOSCIMENTO NEI SITI LETTERARI WEB Saggistica

UN AUTUNNO E UN INVERNO IN COMPAGNIA DI UN'ALLEGRA BANDA DI CINCE Narrativa

FERMATE WHATSAPP, VOGLIO SCENDERE ! Saggistica

YUHLA WICHASA Narrativa

"Fantasmi di oggi e leggende nere dell’età moderna" di Amanda Righetti Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

APOLOGIA DEL "CAPITANO"/ LA FORMIBABILE CASSETTA DI EMILIO SALGARI Narrativa

TRA MOSTRI CI S'INTENDE Narrativa

Quando si svegliò, il dinosauro era ancora lì... Narrativa

Erik Sittone Narrativa

MOSCO BLUES (LA MANIA) Narrativa

Se mi votate abolirò la morte Narrativa

L'EROE, IL DRAGO E LA MADRE Narrativa

QUALCOSA ERA SUCCESSO di Dino Buzzati Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

VIAGGIO NEI SIMBOLI DI P.I.A.F. (Parole Intorno Al Falò): DISTOGLI LO SGUARDO DA UN'ALTRA PARTE Saggistica

FILO': La borda dell'argine vicino a Po Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

AUTORI VARI (A.A.V.V.) presentano: FILO' Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Lo Spirito di P.I.A.F. Saggistica

IL BACCO DI MICHELANGELO Narrativa

IL COMMENTO E' UN DONO Saggistica

IL RITROVAMENTO DEL LAOCOONTE Narrativa

OPERA AL GIALLO Narrativa

IL SOGNO DELL'UNICORNO Narrativa

TUSITALA di Rubrus e Mauro Banfi il Moscone Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

MOOR EEFFOC Saggistica

La leggenda del Grande Inquisitore Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

IL LUPO OMEGA Narrativa

LE PECORE CINESI (PIETA' PER LA NAZIONE) Narrativa

Gesù cristo era uno zingaro Poesia

IL SETACCIO Saggistica

Il primo volo della cicogna bianca Narrativa

QUELLA NOTTE A LE CAILLOU, PRIMA DELLA BATTAGLIA DI WATERLOO Narrativa

Che cosa sogna la mia gatta? Narrativa

DIVIETO DI RIPRODUZIONE

E' assolutamente vietato copiare, appropriarsi, ridistribuire, riprodurre qualsiasi frase, contento o immagine presente su di questo sito perché frutto del lavoro e dell´intelletto dell´autore stesso.
É vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
É vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall´autore.

Rubrus il 2018-11-05 13:06:06

Mi sono imbattuto in questo articolo su Lovecraft e il razzismo - incollo il link per chi volesse leggerlo http://www.altrianimali.it/2018/11/04/lovecraft-razzismo/

La mia personalissima opinione è 1) sì HPL era razzista 2) sì, ai suoi tempi il razzismo era più diffuso - o forse solo diversamente manifesto rispetto a quanto accada oggi.

Credo peraltro che il suo razzismo fosse di matrice non etica, ma estetica; in altri termini HPL temeva e quindi odiava il diverso (ed egli stesso si sentiva un diverso) perchè "sporcava" un suo ideale di mondo che aveva una vaga parentela con il passato coloniale oppure l'antichità classica, ma sopratutto si connotava per essere radicalmente e irriducibilmente antimoderno. Come altri, insomma, HPL si comprende meglio se lo si legge soffermandosi sulle sue avversioni, piuttosto che sulle sue preferenze.

D'altra parte, tutto Lovecraft può essere letto in termini di contraddizioni. di proposizioni teoriche smentite o da altre proposizioni teoriche ovvero dalla vita pratica.

La prima e più evidente contraddizione è che egli diceva di sè di essere ateo, materialista e razionalista, ma scriveva da e come se fosse un mitografo (e a mio parere fu questa la ragione del suo perenne senso di inadeguatezza come scrittore - a parte evidentemente il fatto di non essere assimilabile e assimilato al mondo editoriale contemporaneo).

Lascio perdere altre contraddizioni, quali la sua avversione - di razionalista?! - per il positivismo vittoriano, a cominiciare dall'interpretazione freudiana dei sogni, i quali erano la sua principale fonte di ispiraizone (tanto è vero che chiamava Freud "il ciarlatano di Vienna) e passo alla "questione della razza", oggetto specifico dell'articolo.

HPL ebbe amici ebrei e omosessuali e sposò un'ebrea russa immigrata (e madre e vedova). L'articolo evidenzia il fatto che il matrimonio durò due anni e che i due si separarono... ma forse è anche il caso si soffermarsi sulla ragione. A quanto pare, non accadde per ragioni economiche - era Sonia a mandare avanti la baracca familiare: Lovecraft guadagnava pochissimo - nè per questioni razziali e, a ben vedere, forse neppure per ragioni sentimentali. HPL, semplicemente, preferì alla moglie il New England, con la sua estetica idealizzata (anche se quasi sicuramente avvertiva che era mera illusione, come nelle sue storie, nelle quali orrori inimmaginabili si aggirano sotto la tranquillità quasi biedermeier della vetusta e venerabile Arkham) . Sonia doveva trasferirsi a Chicago per lavoro, e lui, che a malapena aveva sopportato New York, non la seguì - così come rifiutò un incarico editoriale presso la redazione di Weird Tales perchè avrebbe signficato andare nel Midwest.

Insomma, l'ideale estetico ebbe la meglio sul legame matrimoniale. Dopotutto, parliamo di uomo sulla cui tomba c'è scritto "I am Providence".

Può apparire strano e contraddittorio, al limite della malattia mentale, ma - e anche questa è solo una mia opinione - forse meno di quanto sembri. Penso che sia capitato a tutti di imbattersi in persone che, a parole, si dicono xenofobi (se non addirittura razzisti), ma quando fai loro notare che hanno una badante dell'est, o flippina, o sudamericana, o che sono assidui frequentatori di una pizzeria egiziana o di ristoranti cinesi rispondono "ah, ma è diverso". E che cosa è diverso? probabilmente il fatto che conoscono di persona quegli appartenenti a etnie che altrimenti dicono nemiche.  

E' possibile che HPL (come molti altri - e senza che siano scrittori) non abbia sviluppato un sufficiente grado di prossimità col mondo in generale da consentirgli a valutare certe sue posizioni in modo differente. Diamo un'occhiata a questa foto. 

Lui appare senza dubbio un po' impacciato, un po' rigido, mentre lei è senza dubbio più disinvolta: è lei che abbraccia lui e lui "le tiene dietro" , ma, tutto sommato, la coppia sembra perfettamente normale. 

Naturalmente non si può giudicare una relazione da una foto, ma fatemi ricodare anche che HPL, anche dopo la sperazione, pare abbia mentito alla moglie continuando ad asserire di aver depositato una richiesta di divorzio che in realtà non esisteva - e di fatto rendendo Sonia una bigama perchè lei si era risposata - quasi, in qualche modo, non fosse del tutto pronto, dopo anni, ad accettare la fine, anche formale e giuridica, del loro rapporto. 

E allora forse il razzismo lovecraftiano può essere compreso meglio se colto nel suo lato contraddittorio e se iscritto in quel suo non riuscire a non essere (rubo il titolo a Hollebecque) "contro il mondo, contro la vita" che segnò l'intera (breve, morì a 47 anni) esistenza dello scrittore.

 

  

  

RISPONDI CON EDITOR AVANZATO