711 OPERE PUBBLICATE   3869 COMMENTI   76 UTENTI REGISTRATI

Utenti attivi:

RICERCA LIBERA E FILTRI DI VISUALIZZAZIONE

Sezioni:    Narrativa   |    Saggistica   |    Poesia   |    Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti   |    Momenti di gioco e umorismo a premio e turismo culturale.   |   

Ricerca per genere e utente (work in progress)

FAR WEB (lo spacciatore di sinossi)

"PUNTO E A CAPO" Racconto Comico / Umoristico

di Mauro Banfi il Moscone

pubblicato il 2018-10-04 19:56:48



                                                                     FAR WEB
                                            (lo spacciatore di sinossi)

                                                     - il trailer -

 

                         


C'era una volta, a Casalpusterlengo, un'ultima videoteca che resisteva al Dark Web e a Emule.
Altre diciannove avevano chiuso ma quello scassamaroni di Mauro il Moscone resisteva, s'opponeva al Tutto Gratis e al Tutto Subbito.
Nel frattempo l'astronave Discovery si dirigeva verso Giove guidata dal computer Hal 9000, antesignano dei vampiri al silicio che oggigiorno ci succhiano vita e denaro.
E guidata pure da un misterioso monolite che appare qua e là nella storia umana, a segnarne i progressi(?), tipo la bomba atomica e il riscaldamento globale.
Intanto l'astronauta David Bowman decideva di disconnettere Hal, perchè quel fallo di computer aveva fatto fuori tutti gli altri cosmonauti, con modi decisamente poco "friendly".
Oh, a proposito: alla fine Bowman ci arriva su Giove e lì diventa un oltreuomo dalla forma di feto astrale, passando per un “cancello stellare” che lo porta nella più profonda dimensione del Cosmo.
Tutto questo mentre il nostro caro vicino di casa e di video Mosco inaugura il “sinossofono” a Casalpusterlengo, ispirato dall'ennesima apparizione del monolite: per la serie, dallo Star Child alla "Shit Fly".

 

                      


Qual'è il nesso? Sarà fesso, sarà lesso?
E' quello che scoprirete nella prima puntata de:
FAR WEB “Lo spacciatore di sinossi!”, l'opera che resusciterà Alfred Nobel dalla tomba per suicidarsi con un candelotto di dinamite in bocca...
Prossimamente su Parole Intorno Al Falò, il tuo sito amico...e pure fico! Ma che dico?

 

                           

                                                                                                         Copyrighted.com Registered & Protected

SEGNALA ALL'AUTORE IL TUO APPREZZAMENTO PER QUESTA PUBBLICAZIONE

SEGUI QUESTO AUTORE PER ESSERE AGGIORNATO SULLE SUE NUOVE PUBBLICAZIONI

L'AUTORE Mauro Banfi il Moscone

Utente registrato dal 2017-11-01

P.I.A.F. è come la mia passata quinta elementare, quando il maestro Crippa istituì la biblioteca circolante e con letture di pezzi scelti e di sinossi m'introdusse alla grande tradizione dell'avventura. Già allora imparai che Poe, Stevenson, Melville, Salgari, Defoe, Verne, Conrad e London si erano divertiti e appassionati a scrivere romanzi marinareschi proprio perché il filone già esisteva prima ( i vari resoconti di Colombo, Marco Polo e altri esploratori), e avevano provato il piacere intenso di essere una perla della collana di una tradizione letteraria. Anche in questo fantastico sito sta accadendo che il proverbiale narcisismo degli scrittori conta molto meno del piacere di far parte di una compagnia, come se la partecipazione fosse premio a se stessa. Questo è il grande gioco della letteratura: il comprendere che il nostro presente pullula di tracce del nostro passato. Noi siamo storie, racconti per noi stessi. Abbiamo solo questa forza per controbattere l'aumento costante dell'entropia, il vero It, il male che dobbiamo affrontare.

ALTRE OPERE DI QUESTO AUTORE

SACRILEGIO! - seconda parte de "Il racconto del vecchio Lupo di mare", da Coleridge Narrativa

IL SECONDO ANNIVERSARIO DI P.I.A.F. (PAROLE INTORNO AL FALO') CON IL DEMONE BABELION Narrativa

Il racconto del vecchio Lupo di mare (liberamente tratto dal poema di Samuel Taylor Coleridge) Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Ottobre: La visione nella casa di Giulio Romano Saggistica

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Settembre: PAN & PROTEO Saggistica

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Agosto: Eros e Psiche, il mito della Rinascenza Saggistica

I DECANI: Ritornando All'Umanesimo e al Rinascimento: mese di Luglio: HOMO OMNIS CREATURA, Giuseppe Arcimboldo Saggistica

Quando lo scrittore di narrativa fantastica diventa l'imbonitore e il guitto di se stesso - provo tristezza -. Saggistica

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Giugno: VIRTUTI S.A.I - VIRTUTI SEMPER ADVERSATUR IGNORANTIA- VIRTUS COMBUSTA/ VIRTUS DESERTA Saggistica

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Maggio: DENTRO LE PRIMAVERE Saggistica

LA PRIMA E ULTIMA VOLTA CHE PARTECIPAI A UN RADUNO DI SCRITTORI LITWEB Narrativa

I DECANI: RITORNANDO ALL’UMANESIMO E AL RINASCIMENTO Mese di Aprile - L'amore per gli animali di Leonardo da Vinci - Saggistica

Chi ha ucciso Neteditor? Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Marzo : Giulia, figlia di Claudio Saggistica

Il veliero nella bottiglia Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI FEBBRAIO: Ade e Trasfigurazione Saggistica

LA NUTRIA E LO ZOO SERIAL KILLER Narrativa

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI GENNAIO: DUMQUE SENEX PUER Saggistica

IL BASTONE DI KOUROO (scritto per un altro nuovo anno) Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI DICEMBRE: quella decadente mancanza di senso nelle immagini attuali del web. Saggistica

OPERA STARDUST: "Falcon Tempo" di 90Peppe90 e Mauro Banfi Narrativa

Parliamone insieme...Scrivere per se stessi, per pochi altri o per tanti? Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

I DECANI: ritornando all’Umanesimo e al Rinascimento MESE DI NOVEMBRE: il silenzio Saggistica

UN ANNO VISSUTO CON PAROLE INTORNO AL FALO’, ZONA DI CONFINE Saggistica

Partenariato col gruppo facebook "H.P.LOVECRAFT: IL CULTO SEGRETO" Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Partenariato col gruppo facebook "Weird Italia" Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Partenariato col gruppo facebook H.P. Lovecraft - Italia Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Festival Lovecraft in P.I.A.F. "Seguendo l'airone rosso" Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

SAINOPSYS - VOX! by Mosco* Poesia

Parliamone insieme...Il chiaroscuro critico Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

FAR WEB: lo spacciatore di sinossi - prima puntata - Narrativa

FAR WEB (lo spacciatore di sinossi) Narrativa

Non davvero ora non più Narrativa

Il caso Publius Vesonius Phileros: un litigio di duemila anni fa. Narrativa

Parliamone insieme...Obsession/Possession Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Solo per conversare un po’ insieme… Parole Intorno Al Falò, stagione 2018/2019 Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

L'ultimo giorno sulla terra di Manji, il vecchio pazzo per la pittura Narrativa

Partita a Shogi con la nera Signora Narrativa

A spasso per il monte Fuji, in cerca di vedute Narrativa

Voglio vivere come Hokusai - il trailer - " Hitodama de yuku kisanij ya natsu no hara" Narrativa

Pensieri e immagini per l'estate (II) Narrativa

Pensieri/immagini per l'estate (I) Narrativa

Sia santificato il tuo nome, vita Narrativa

La visione del Dottor Mises Narrativa

IL PROBLEMA DEL RICONOSCIMENTO NEI SITI LETTERARI WEB Saggistica

UN AUTUNNO E UN INVERNO IN COMPAGNIA DI UN'ALLEGRA BANDA DI CINCE Narrativa

FERMATE WHATSAPP, VOGLIO SCENDERE ! Saggistica

YUHLA WICHASA Narrativa

"Fantasmi di oggi e leggende nere dell’età moderna" di Amanda Righetti Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

APOLOGIA DEL "CAPITANO"/ LA FORMIBABILE CASSETTA DI EMILIO SALGARI Narrativa

TRA MOSTRI CI S'INTENDE Narrativa

Quando si svegliò, il dinosauro era ancora lì... Narrativa

Erik Sittone Narrativa

MOSCO BLUES (LA MANIA) Narrativa

Se mi votate abolirò la morte Narrativa

L'EROE, IL DRAGO E LA MADRE Narrativa

QUALCOSA ERA SUCCESSO di Dino Buzzati Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

VIAGGIO NEI SIMBOLI DI P.I.A.F. (Parole Intorno Al Falò): DISTOGLI LO SGUARDO DA UN'ALTRA PARTE Saggistica

FILO': La borda dell'argine vicino a Po Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

AUTORI VARI (A.A.V.V.) presentano: FILO' Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Lo Spirito di P.I.A.F. Saggistica

IL BACCO DI MICHELANGELO Narrativa

IL COMMENTO E' UN DONO Saggistica

IL RITROVAMENTO DEL LAOCOONTE Narrativa

OPERA AL GIALLO Narrativa

IL SOGNO DELL'UNICORNO Narrativa

TUSITALA di Rubrus e Mauro Banfi il Moscone Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

MOOR EEFFOC Saggistica

La leggenda del Grande Inquisitore Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

IL LUPO OMEGA Narrativa

LE PECORE CINESI (PIETA' PER LA NAZIONE) Narrativa

Gesù cristo era uno zingaro Poesia

IL SETACCIO Saggistica

Il primo volo della cicogna bianca Narrativa

QUELLA NOTTE A LE CAILLOU, PRIMA DELLA BATTAGLIA DI WATERLOO Narrativa

Che cosa sogna la mia gatta? Narrativa

DIVIETO DI RIPRODUZIONE

E' assolutamente vietato copiare, appropriarsi, ridistribuire, riprodurre qualsiasi frase, contento o immagine presente su di questo sito perché frutto del lavoro e dell´intelletto dell´autore stesso.
É vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
É vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall´autore.

Mauro Banfi il Moscone il 2018-10-04 20:41:50

                                                 


"Mi pare di aver capito che strada abbiamo preso. Ci stiamo facendo comprare con i nostri stessi soldi. E non è solo la droga. Ci sono intere fortune che si stanno accumulando senza che nessuno ne sappia niente. Ma cosa può venire da tutti questi soldi? Soldi che possono comprare paesi interi. È già successo. Riusciranno a comprare anche questo paese? Non credo. Ma ti fanno finire a letto con gente che sarebbe meglio evitare. Non è neanche un problema di ordine pubblico. Secondo me non lo è mai stato. Le droghe sono sempre esistite. Ma la gente non decide di drogarsi senza motivo. A milioni. Su questo non ho risposte da dare. E in particolare non ho risposte rincuoranti. Qualche tempo fa l'ho detto a una giornalista - una ragazza giovane, sembrava abbastanza in gamba. Era soltanto in prova, come giornalista. Mi ha chiesto: Sceriffo, come mai ha permesso che in questa contea il crimine le sfuggisse di mano fino a questo punto? A me sembrava una domanda giusta, tutto sommato. Forse lo era. Comunque le ho risposto dicendo: I guai cominciano quando si inizia a passare sopra alla maleducazione. Quando non si sente più dire Grazie e Per favore, vuol dire che la fine è vicina. Le ho detto: È una cosa che va a toccare ogni strato sociale. L'ha sentita questa espressione, no? Ogni strato sociale. Alla fine si arriva a quella sorta di crollo dell'etica mercantile che lascia la gente morta ammazzata in mezzo al deserto dentro una macchina, e allora è troppo tardi."

Cormac McCarthy, "Non è un paese per vecchi".
Benvenuti nel Far Web...

 

Eli Arrow il 2018-10-06 09:35:24

Credo che ogni periodo storico presenti le sue sfide, chi le prende come un motivo per deprimersi (e a volte,confesso, io lo faccio), chi le prende come scusa per gettarsi nella battaglia (questo aspetto lo coltivo molto meno perchè non sono una di quelle drogate di adrenalina), chi le usa come stimolo per ricercare nuovi e migliori modi (senz'altro l'approccio che preferisco e che trovo in molti tuoi scritti). Poi, certo, questa non è la lista esaustiva di tutti i modi creativi e non di porsi davanti alla 'realtà', credo ce ne siano circa tanti quanti sono gli esseri umani attualmente respiranti su Terra ;)



Trailer intrigante, attendo il film :))))))



Ciao Mauro buon fine settimana.


Mauro Banfi il Moscone il 2018-10-07 10:15:46

Un grazie, Eli, per i tuoi sempre graditi e preziosi passaggi.

Questo "serial" tra comico e bizzarro è nato da un'esperienza concreta che ho avuto come scrittore (dilettante) di sinossi per una ex videoteca della mia cittadina.

Redigevo delle sintesi in cambio di noleggi gratis, per il cartellone promozionale dell'esercizio, prima che il Dark Web spazzasse via la videoteca, insieme alla nutrita concorrenza, e si sono tutti dovuti trovare un altro mestiere e reinventarsi.

Quello che davvero mi è dispiaciuto è che quel videoclub era diventato una sorta di punto di gravità sociale e psicologico, dove con amiche e amici ci scambiavamo impressioni sulle varie pellicole in visione.

Era praticamente una sorta di Parole Intorno Al Falò non virtuale e, personalmente, la vicenda mi ha molto turbato e rattristato, e ha avuto per me non poche analogie con la vicenda di Neteditor.

Come sai, non sono un misoneista, non sono avverso per principo al nuovo e alle riforme tecnologiche e questa rivoluzione informatica ha dei lati veramente interessanti ed energetici, che promettono nuove prospettive costruttive.

Ma quello che temo è la perdita dell'umanesimo, della bellezza che si prova quando si condivide con gli altri una storia o la trama di un film, come quella così difficile da sintetizzare di "2001: Odissea nello spazio."

Come è ormai noto, in quel film preveggente del '68 (insieme all'opera dei Pink Floyd e del movimento progressive rock, forse la più grande opera d'arte di quel controverso momento artistico e storico), il grande Kubrick mette in scena il pensiero di Nietzsche: il famoso "Star Child", il feto astrale fluttuante che guarda a noi umani come noi guardiamo alle scimmie antropomorfe dell'intro del film è il suo celebre oltreuomo.

Siamo in presenza dell'eterno archetipo del Puer, da sempre in lotta e in dialogo con il Senex Saturno, e Kubrick lascia perdere i significati nicciani - e la sua stucchevole, positivista metafisica della volontà di potenza del suo triste terzo periodo - del Fanciullo Divino e contempla il simbolo con grande distacco e senza nessun coinvolgimento personale o registico.

Negli altri film capolavoro che seguiranno ci mostrerà che il Puer Aeternus può presentare gli aspetti distruttivi del sinistro e fascinoso Alex di "Arancia Meccanica" e la sua, in fin dei conti, patetica ultraviolenza e quelli invece immaginativi e assertivi del Danny Torrance di "Shining", il bimbo dotato di facoltà sovrannaturali che tenta di sfuggire al male di Alex - incarnato dal padre, uno scrittore fallito e sbroccato - con la sola forza della sua luce interiore.

 



                    







In un manifesto americano di Shining dell'illustratore Saul Bass, viene mostrato un viso infantile con gli occhi sbarrati - in Italia è passato il volgarissimo Jack Nicholson con l'ascia, che pena - che appare tra le lettere del titolo, su uno sfondo giallo.

Guardando quella locandina - che ho messo nel mio studio come un pezzo fondamentale della mia anima - ho composto il primo episodio di "Far Web: lo spacciatore di sinossi", come in trance.

Kubrick e King ci hanno donato con Danny Torrance l'ultima manifestazione positiva del Fanciullo Divino, l'espressione dell'"Aurum non vulgi", "non l'oro comune e grezzo ma l'oro filosofico", come lo definiva Marsilio Ficino e gli alchimisti rinascimentali.

Con questo, la mia opera è un testo comico, dove torno al "Mostra e Racconta" e non ci saranno spiegoni ma solo ironia, umorismo, parodia, grottesco per ridere e divertirsi.

Ma dietro a quelle risate ci sono gli occhi sbarrati del Puer di fronte all'orrore del mondo e a quel videoclub chiuso dalla violenza dell'indifferenza, la più terribile.

Questa conversazione in cui ti comunico il mio più profondo simbolo psichico e vitale, queste immagini di gioia che ti regalo, te le dono per ringraziarti della tua amicizia, in nome di Danny.

Abbi gioia



                                  



                                        In Danny Torrance we trust, forever and ever


RISPONDI CON EDITOR AVANZATO