701 OPERE PUBBLICATE   3444 COMMENTI   80 UTENTI REGISTRATI

Utenti attivi:

RICERCA LIBERA E FILTRI DI VISUALIZZAZIONE

Sezioni:    Narrativa   |    Saggistica   |    Poesia   |    Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti   |    Momenti di gioco e umorismo a premio e turismo culturale.   |   

Ricerca per genere e utente (work in progress)

In rue de Pontin

"PUNTO E A CAPO" Racconto Narrativa di viaggio

di Selly

pubblicato il 2018-01-16 18:05:31


Oggi sono voluta tornare in Rue de Pontin. Avevo il cuore a mille e la mente non si posava su nulla ma danzava sul tanto che conservo gelosamente fra i ricordi. Anzi, saltellava! passando dalla bavarese ai frutti di bosco... ai bigné alla crema di pistacchio della bottega di zia.
Sono passati all'incirca quarant'anni da quelle estati a Nizza. Oggi non c'è più l'insegna "Bonbons italienne" e nemmeno il bancone alto alto che per me non aveva mai fine. Entravo in pasticceria di corsa e, alzandomi sulla punta dei piedi con le manine paffute ben salde al bordo,  dicevo: "c'è qualcuno???". I miei capelli biondi allora diventavano oggetto di 'spettinate amorevoli' da parte dei cugini Lorenzo - detto Lollo - e Fosco... detto Fosco! Non che fossero molto più grandi di me, intendiamoci! ma io li vedevo sbucare di "un tanto così" oltre il bancone...quindi erano proprio grandi per me, sì!
Di fronte alla bottega di zia c'era un piccolissimo negozietto di antiquariato. Bisognava fare due alti gradini e mettersi di taglio per non tirare giù tutto. C'erano mobili scurissimi che mettevano tristezza e sopra ad alcuni comò a cassettoni facevano la loro comparsa abat-jour tiffany bellissime. Comunque percorrevo il lungo corridoio senza prestare troppa attenzione e, sempre, con il cuore in gola.
Il cuore stava lì sia per il luogo angusto ma, sopratutto, perché nella saletta in fondo al corridoio trovavo sempre Didier. Lo ricordo benissimo. Capelli rossi rossi lunghi fino alle spalle con dei boccoli proprio strani per un maschio! Gli occhi verdi e stretti faticavano a sbucare ma quando arrivavo di sorpresa li sbarrava talmente tanto che il verde trapassava i mille mobili e le pareti tutte!
Non era proprio proprio bello bello eh, ma ricordo che mi faceva ridere tanto. 'Sparlocchiava' un Italiano buffo grattando le erre e ripetendo di continuo "oui, oui" e "bien"!
Oggi in rue de Pontin ho respirato i ricordi.
Perché è possibile sentirli ...se li lasci arrivare.
La bottega di zia non c'è più. Al suo posto ho ritrovato un tutù da ballerina pieno di luccichini e qualche biscottino colorato. Forse artigianale ...perché il profumo esce lo stesso da quelle vetrine! Ho sorriso e ho passato le mani senza guanti sul profilo oro del vetro. Mi sono chiusa fra le spalle e sorridendo mi sono voltata verso il negozio di antiquario.
Oggi sull'insegna c'è scritto "Antiquités de Didier".
I due gradini sono sempre lì, alti. I comò saranno altri, certo! come anche le abat-jour. Mi avvicino alla porta vetrata e sbircio dentro. C'è qualche lampada accesa qua e là, ma solo per fare atmosfera.
Mentre dico ai miei figli che Didier lo conosco ...leggo il bigliettino sopra la maniglia: "l'antiquaire revient le jeudi 4 janvier".
Oggi è lunedì. Domani si rientra...

SEGNALA ALL'AUTORE IL TUO APPREZZAMENTO PER QUESTA PUBBLICAZIONE

SEGUI QUESTO AUTORE PER ESSERE AGGIORNATO SULLE SUE NUOVE PUBBLICAZIONI

L'AUTORE Selly

Utente registrato dal 2017-11-01

mi son tolta le bebè rosse

ALTRE OPERE DI QUESTO AUTORE

...in un mare di giallo Poesia

In rue de Pontin Narrativa

DUECENTO PAROLE PER VESTIRE IL SILENZIO Narrativa

MI RESTERAI VOLO Poesia

DIVIETO DI RIPRODUZIONE

E' assolutamente vietato copiare, appropriarsi, ridistribuire, riprodurre qualsiasi frase, contento o immagine presente su di questo sito perché frutto del lavoro e dell´intelletto dell´autore stesso.
É vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
É vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall´autore.

Massimo Bianco il 2018-01-18 11:46:08
Poche righe magistralmente scritte per raccontare del tempo che passa e va.... e non lascia necessariamente alle proprie spalle solo malinconia. Piaciuto.

Selly il 2018-01-20 18:40:19

 



 



ecco, questo volevo! che la malinconia del ricordo non lasciasse lo strascico negativo, bensì la forza della vita, delle occasioni e della storia che fu.



grazie Massimo, buon fine settimana :)



 



 



 


RISPONDI CON EDITOR AVANZATO
nientedinuovo il 2018-01-18 12:11:21

Sempre bello leggerti Princiselly, hai sempre uno sguardo attento e delicato per tutto e tutti

ndn :)

Selly il 2018-01-20 18:42:14

 



 



è tutta 'colpa' di questa foto dolce dolce... delle stradine poetiche di una Nizza natalizia e della mia fantasia che a volte mi porta via ...



grazie mio princimio



 



 


RISPONDI CON EDITOR AVANZATO
Max il 2018-01-18 17:02:11

Malinconico è comprendere quanto può cambiare il presente, ma a rallegrare lo spirito rimane sempre la memoria del cuore. Amabili resti.

Ciao Sandra

Selly il 2018-01-20 19:16:46

 



ahhh la memoria del cuore che tutto rende leggero! pure la malinconia diventa una sorta di mantello fine fine..



ciao caro Max, grazie sempre


RISPONDI CON EDITOR AVANZATO
BigTony il 2018-01-23 08:16:53
Ciao Selly, ma che bella questa pagina di diario che rimbalza tra passato e presente, con quel profumo di dolci e biscotti e il fascino di un ricordo che resta in sospeso... forse fino alla prossima occasione.

Selly il 2018-01-29 11:53:36


Ciao Tony, è un racconto di fantasia ma i luoghi li conosco bene e, ogni volta che mi fermo a Nizza, la suggestione mi porta a viaggiare con la fantasia!
grazie carissimo, buona settimana

RISPONDI CON EDITOR AVANZATO