701 OPERE PUBBLICATE   3444 COMMENTI   80 UTENTI REGISTRATI

Utenti attivi:

RICERCA LIBERA E FILTRI DI VISUALIZZAZIONE

Sezioni:    Narrativa   |    Saggistica   |    Poesia   |    Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti   |    Momenti di gioco e umorismo a premio e turismo culturale.   |   

Ricerca per genere e utente (work in progress)

Echi subacquei

"PUNTO E A CAPO" Racconto Narrativa non di genere

di 7posse

pubblicato il 2017-11-24 20:45:56


Sono andato con i miei bambini a comperare un pesce rosso.

Bel negozio.

Ampio e tanti pesci.

Tanti pesci.

Il commesso è stato gentile.

Gliel'ha fatto scegliere fra centinaia e centinaia che scodinzolavano per una grande vasca.

Gliel'ha estratto delicatamente con una retina e gliel'ha consegnato dentro un sacchetto di plastica.

Riempito d'acqua naturalmente, il sacchetto.

Ora ci serve una bolla ho detto.

«Da questa parte» m'ha invitato. 

«Eccole qua».

Boia!

Ci sono rimasto male.

Io pensavo ad una di quelle finto vetro rotonde possibilmente non piccolissima ma...

Ma ce n'erano solamente di quadrate o rettangolari.

Con angoli interni e spigoli esterni pronunciati.

Ne vorrei una di sferica se non le spiace.

«Impossibile!» m'ha risposto.

«Sono state tolte dalla produzione».

E per quale motivo?

«I pesci dentro a forza di girare in tondo diventavano matti.

Perdevano proprio la testa e morivano fra mille sofferenze.

Con queste invece non succede».

Dobbiamo...

Dobbiamo stare fermi il più possibile ho intimato subito ai miei bambini e muoverci unicamente per motivazioni assolutamente necessarie.

Ora ho capito tantissime cose e mi sono chiari molti, molti, moltissimi, perché.

Il creatore s'è sbagliato un'altra volta.

Ci ha messo sopra una terra rotonda ed a ronzare in tondo per un'atmosfera tonda.

Che orrore.

Ti credo che stanziali erano normali gli uomini.

Ora che si spostano velocissimi invece mi pare evidente il motivo per cui fanno la fine dei poveri pesci.

Meglio se paghiamo e andiamo piano piano a casa e ci rimaniamo.

L'ho sempre detto c'è qualcosa di strano nel movimento circolare.

L'ho sempre detto.

SEGNALA ALL'AUTORE IL TUO APPREZZAMENTO PER QUESTA PUBBLICAZIONE

SEGUI QUESTO AUTORE PER ESSERE AGGIORNATO SULLE SUE NUOVE PUBBLICAZIONI

L'AUTORE 7posse

Utente registrato dal 2017-11-12

Io scrivo sempre qualcosa su mi me. Ogni frase finita sulla carta mi diventa un tatuaggio inciso nella volta interna del cervello. Solo io non sono professionista nel fare tatuaggi ed allora m'accontento della qualità che m'esce. M'accontento della qualità che m'esce.

ALTRE OPERE DI QUESTO AUTORE

19 dub due Narrativa

19 dub Narrativa

Dal pensare da Facebook Narrativa

Tra svolte e spigoli improvvisi Narrativa

Quattro cose Narrativa

Bacheca Narrativa

Da tempo volevo provarci Narrativa

Forse forse chissà Poesia

Pomeriggio sera notte mattina Narrativa

Trittico Narrativa

Il fornitore universale Narrativa

Anche i verbi s'aggiornano Narrativa

Spropositatamente indicativa Narrativa

L'arte ed i cerchi sull'acqua Narrativa

Deep sun song Narrativa

Mica l'abbiamo stabilito noi Narrativa

Una favola dai nostri giorni ( VM 18 ) Narrativa

Il quantico di natale Narrativa

Mesto con brio Narrativa

Lucio in the sky Narrativa

L'importante è il mezzo non la fine Narrativa

Echi subacquei Narrativa

La favola dell'amore che hai Narrativa

L'elementi basilari Narrativa

DIVIETO DI RIPRODUZIONE

E' assolutamente vietato copiare, appropriarsi, ridistribuire, riprodurre qualsiasi frase, contento o immagine presente su di questo sito perché frutto del lavoro e dell´intelletto dell´autore stesso.
É vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
É vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall´autore.

il 2017-12-14 19:32:25

Incuriosito dal titolo sono corso a leggere. Confermo, dopo alcune migliaia di immersioni( sono istruttore sub ed ho avuto un centro a Porto Azzurro) che girare alla tonda in acqua crea cofusione, vertigini, senso di panico e quant'altro. Se poi lo fai nel blu, in assenza di riferimenti, è come essersi persi nello spazio. Ho un racconto sulle sensazioni provate in una immersione profonda( molto), magari lo posterò uno di questi giorni. ciaociao, piaciuto il racconto, uno stile minimalista che mi piace.

7posse il 2017-12-16 18:09:54

Grazie Giacomo. per le tue conferme e per il tuo apprezzamento. ciao. mirco


RISPONDI CON EDITOR AVANZATO