793 OPERE PUBBLICATE   4095 COMMENTI   81 UTENTI REGISTRATI

Utenti attivi:

RICERCA LIBERA E FILTRI DI VISUALIZZAZIONE

Sezioni:    Narrativa   |    Saggistica   |    Poesia   |    Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti   |    Momenti di gioco e umorismo a premio e turismo culturale.   |   

Ricerca per genere e utente (work in progress)

La misteriosa sparizione del fiume Po

"PUNTO E A CAPO" Racconto Fantasy / Favola

di Mauro Banfi il Moscone

pubblicato il 2020-06-18 07:13:42


 
"Prima tragedia: una educazione comune, obbligatoria e sbagliata che ci spinge tutti dentro l’arena dell’avere tutto a tutti i costi. In questa arena siamo spinti come una strana e cupa armata in cui qualcuno ha i cannoni e qualcuno ha le spranghe. Allora una prima divisione, classica, è «stare con i deboli». Ma io dico che, in un certo senso tutti sono i deboli, perché tutti sono vittime. E tutti sono i colpevoli, perché tutti sono pronti al gioco del massacro. Pur di avere. L’educazione ricevuta è stata: avere, possedere, distruggere."
 
Dall'ultima intervista di Pier Paolo Pasolini a Furio Colombo.



                                                



Un giorno, in una città ai margini del mondo, la piena del Po fuoriuscì dagli argini e non tornò mai più.
L'alluvione riversò per intero tutto il fiume nella pianura, senza preavviso.
All'inizio le persone erano poco più che perplesse.
Si spaventarono un pò, nei primi tempi, ma poi tornarono ad accendere le loro auto e a spingere i loro carrelli al supermercato.
Continuarono a spettegolare e a litigare per le stesse solite vecchie cose: le corna sulla fronte e le pezze verniciate di finto oro sulle chiappe e altre stupidaggini.
Ma presto uno strano silenzio cominciò a permeare la borgata.
Un deserto d'incredibile vastità stava cominciando a formarsi davanti ai loro occhi.
Passarono le settimane e non c'era ancora alcun segno del ritorno del grande fiume Po nel suo corso.
Le persone si preoccuparono.
Fu deciso di inviare un piccolo gruppo di esperti per cercarlo, nella speranza di riportarlo indietro a scorrere nel suo alveo, come aveva fatto da sempre.
Col passare dei giorni, sempre più persone andarono a cercarlo, inquiete, insieme agli specialisti.
La gente cercava in lungo e in largo ma l'antico Eridano era svanito senza lasciare traccia.
L'operosa pianura padana, un tempo ricca e piena d'iniziative imprenditoriali era diventata sterile e morta.

 



Quindi una forma apparve all'orizzonte.
Attraverso un mormorio di timore e sopresa la gente vide rotolare verso di loro un'ondata di piena di ritorno.
Un'ondata di eccitazione attraversò le persone nei borghi, mentre osservavano con ansia e stupore il ritorno del fiume Po.
Ma man mano che si avvicinava, la forma liquida cominciò a cambiare e mutare.
Quella che sembrava acqua sciabordante e rombante era in realtà un numeroso branco di cavalli selvaggi, scappati dai maneggi, accompagnato nel cielo da caroselli di stridenti e acrobatici rondoni.

 


                                                                                    
                                                        


Ovunque voltassero il loro sguardo all'orizzonte, videro i cavalli e i rondoni avvicinarsi sempre di più.
La loro eccitazione si tramutò in paura.
E la loro paura divenne panico, poiché sembrava che nulla potesse fermare la loro tumultuante avanzata, così come la scomparsa del fiume Po era avvenuta all'improvviso.
Nessuno e nemmeno per un momento, si era fermato a chiedersi perché il grande fiume bruno fosse sparito.
Le persone ora potevano solo confidare nell'ondata di cavalli scappati dai maneggi e nei caroselli di rondoni svettanti nel cielo, per ritornare a vedere il fiume scorrere nei suoi argini.
Senza redini o selle, salirono in groppa ai nobili animali e cavalcarono attraverso la terra sterile e senza vita, guidati dagli stridii degli acrobatici rondoni.
Ma il fiume era scomparso per sempre, e non si poteva più tornare indietro.
E alle persone, insieme e da sole, non era rimasta altra scelta se non confrontarsi finalmente con le conseguenze delle loro azioni.
Allora cominciarono a costruirsi delle case nel letto morto del fiume, perchè le cose erano cambiate per sempre e non si poteva tornare indietro.
Impararono a vivere nello spazio sterile che il fiume aveva lasciato.
Un giorno la piena si portò via il fiume Po e rimase solo nella memoria dei loro sogni.

SEGNALA ALL'AUTORE IL TUO APPREZZAMENTO PER QUESTA PUBBLICAZIONE

SEGUI QUESTO AUTORE PER ESSERE AGGIORNATO SULLE SUE NUOVE PUBBLICAZIONI

L'AUTORE Mauro Banfi il Moscone

Utente registrato dal 2017-11-01

Visual storyteller, narratore e pensatore per immagini. Mi occupo di comunicazione tramite le immagini: con queste tecniche promuovo organizzazioni, brand, prodotti, persone, idee, movimenti. Offro consulenza e progettazione del racconto visivo per privati, aziende e multinazionali. Per contatti: zuzzurro.zuzzu@gmail.com

ALTRE OPERE DI QUESTO AUTORE

Ristle-tee, rostle-tee... (lievi problemi con la Didattica A Distanza) Narrativa

Capitan Shiloh - a P.B.Shelley - Narrativa

NEL COVO SEGRETO DI MIO PADRE: recensione del film "In My Father's Den" di Brad McGann Saggistica

SIAMO ANCORA TUTTI IN PERICOLO Saggistica

La misteriosa sparizione del fiume Po Narrativa

Ma quella del web è vera dialettica, e quello della didattica a distanza è un vero dialogo? Saggistica

Come avete tenuto in ordine la vostra libreria personale durante la pandemia? Saggistica

IL NICHILISMO ESTATICO/RADICALE DI RUST COHL E DI HUGH GLASS Saggistica

SCUOTENDO I TERRIBILI E AMARI FRUTTI DELL'ALBERO VIRALE Saggistica

IL CERCATORE DI FULMINI - il primo sigillo - (lampo c'è!) Narrativa

IL GRIDO DI MIRDIN Narrativa

LIBERO (io che ero - un falco pellegrino - davvero, libero e fiero) Narrativa

SWIFT REVELATIONS Narrativa

LIBERAZIONE - DISCORSO DEL MOSCONE, IN UNO SGABUZZINO, ALLA NAZIONE - a sfiga unificata - Narrativa

DIALOGO TRA UN RONDONARO, CAPITAN RONDONE E LA NUVOLA Narrativa

MIRDIN: NELLA TERRA DI NESSUNO Narrativa

IL MEDIUM DEL SILENZIO Narrativa

Una nuova Pioggia/Pentecoste per tutti noi Poesia

QUANDO SI SONO APERTE LE PORTE DELL'INFERNO: E IL VIRUS HA COMINCIATO A CAMMINARE SULLA TERRA... Saggistica

LA DIFFERENZA TRA I VIRUS E GLI ESSERI UMANI Narrativa

MIRDIN IL DRUIDO: in viaggio verso la quarta dimensione Narrativa

Il mondo finisce oggi e io non lo sapevo... Narrativa

MIRDIN: nemeton, il faro sovrannaturale Narrativa

PANICO Narrativa

CORSI E RICORSI STORICI Saggistica

Siamo fiori che vogliono sbocciare e non limoni da spremere Saggistica

TERRA INCOGNITA di David Herbert Lawrence - traduzione di Mauro Banfi Poesia

IGNORANTOCRAZIA (e analfabetismo funzionale) Saggistica

SACRILEGIO! - seconda parte de "Il racconto del vecchio Lupo di mare", da Coleridge Narrativa

IL SECONDO ANNIVERSARIO DI P.I.A.F. (PAROLE INTORNO AL FALO') CON IL DEMONE BABELION Narrativa

Il racconto del vecchio Lupo di mare (liberamente tratto dal poema di Samuel Taylor Coleridge) Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Ottobre: La visione nella casa di Giulio Romano Saggistica

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Settembre: PAN & PROTEO Saggistica

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Agosto: Eros e Psiche, il mito della Rinascenza Saggistica

I DECANI: Ritornando All'Umanesimo e al Rinascimento: mese di Luglio: HOMO OMNIS CREATURA, Giuseppe Arcimboldo Saggistica

Quando lo scrittore di narrativa fantastica diventa l'imbonitore e il guitto di se stesso - provo tristezza -. Saggistica

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Giugno: VIRTUTI S.A.I - VIRTUTI SEMPER ADVERSATUR IGNORANTIA- VIRTUS COMBUSTA/ VIRTUS DESERTA Saggistica

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Maggio: DENTRO LE PRIMAVERE Saggistica

LA PRIMA E ULTIMA VOLTA CHE PARTECIPAI A UN RADUNO DI SCRITTORI LITWEB Narrativa

I DECANI: RITORNANDO ALL’UMANESIMO E AL RINASCIMENTO Mese di Aprile - L'amore per gli animali di Leonardo da Vinci - Saggistica

Chi ha ucciso Neteditor? Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento Mese di Marzo : Giulia, figlia di Claudio Saggistica

Il veliero nella bottiglia Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI FEBBRAIO: Ade e Trasfigurazione Saggistica

LA NUTRIA E LO ZOO SERIAL KILLER Narrativa

I DECANI: Ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI GENNAIO: DUMQUE SENEX PUER Saggistica

IL BASTONE DI KOUROO (scritto per un altro nuovo anno) Narrativa

I DECANI: ritornando all'Umanesimo e al Rinascimento MESE DI DICEMBRE: quella decadente mancanza di senso nelle immagini attuali del web. Saggistica

OPERA STARDUST: "Falcon Tempo" di 90Peppe90 e Mauro Banfi Narrativa

Parliamone insieme...Scrivere per se stessi, per pochi altri o per tanti? Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

I DECANI: ritornando all’Umanesimo e al Rinascimento MESE DI NOVEMBRE: il silenzio Saggistica

UN ANNO VISSUTO CON PAROLE INTORNO AL FALO’, ZONA DI CONFINE Saggistica

Partenariato col gruppo facebook "H.P.LOVECRAFT: IL CULTO SEGRETO" Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Partenariato col gruppo facebook "Weird Italia" Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Partenariato col gruppo facebook H.P. Lovecraft - Italia Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

SAINOPSYS - VOX! by Mosco* Poesia

Parliamone insieme...Il chiaroscuro critico Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

FAR WEB: lo spacciatore di sinossi - prima puntata - Narrativa

FAR WEB (lo spacciatore di sinossi) Narrativa

Non davvero ora non più Narrativa

Il caso Publius Vesonius Phileros: un litigio di duemila anni fa. Narrativa

Parliamone insieme...Obsession/Possession Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Solo per conversare un po’ insieme… Parole Intorno Al Falò, stagione 2018/2019 Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

L'ultimo giorno sulla terra di Manji, il vecchio pazzo per la pittura Narrativa

Partita a Shogi con la nera Signora Narrativa

A spasso per il monte Fuji, in cerca di vedute Narrativa

Voglio vivere come Hokusai - il trailer - " Hitodama de yuku kisanij ya natsu no hara" Narrativa

Pensieri e immagini per l'estate (II) Narrativa

Pensieri/immagini per l'estate (I) Narrativa

Sia santificato il tuo nome, vita Narrativa

La visione del Dottor Mises Narrativa

IL PROBLEMA DEL RICONOSCIMENTO NEI SITI LETTERARI WEB Saggistica

UN AUTUNNO E UN INVERNO IN COMPAGNIA DI UN'ALLEGRA BANDA DI CINCE Narrativa

FERMATE WHATSAPP, VOGLIO SCENDERE ! Saggistica

YUHLA WICHASA Narrativa

"Fantasmi di oggi e leggende nere dell’età moderna" di Amanda Righetti Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

APOLOGIA DI EMILIO SALGARI/ LA FORMIBABILE CASSETTA DI EMILIO SALGARI Narrativa

TRA MOSTRI CI S'INTENDE Narrativa

Quando si svegliò, il dinosauro era ancora lì... Narrativa

Erik Sittone Narrativa

MOSCO BLUES (LA MANIA) Narrativa

Se mi votate abolirò la morte Narrativa

QUALCOSA ERA SUCCESSO di Dino Buzzati Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

VIAGGIO NEI SIMBOLI DI P.I.A.F. (Parole Intorno Al Falò): DISTOGLI LO SGUARDO DA UN'ALTRA PARTE Saggistica

FILO': La borda dell'argine vicino a Po Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

AUTORI VARI (A.A.V.V.) presentano: FILO' Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

Lo Spirito di P.I.A.F. Saggistica

IL BACCO DI MICHELANGELO Narrativa

IL COMMENTO E' UN DONO Saggistica

IL RITROVAMENTO DEL LAOCOONTE Narrativa

OPERA AL GIALLO Narrativa

IL SOGNO DELL'UNICORNO Narrativa

TUSITALA di Rubrus e Mauro Banfi il Moscone Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

MOOR EEFFOC Saggistica

La leggenda del Grande Inquisitore Narrativa di gruppo e collaborazioni tra utenti

IL LUPO OMEGA Narrativa

LE PECORE CINESI (PIETA' PER LA NAZIONE) Narrativa

Gesù cristo era uno zingaro Poesia

IL SETACCIO Saggistica

Il primo volo della cicogna bianca Narrativa

QUELLA NOTTE A LE CAILLOU, PRIMA DELLA BATTAGLIA DI WATERLOO Narrativa

Che cosa sogna la mia gatta? Narrativa

DIVIETO DI RIPRODUZIONE

E' assolutamente vietato copiare, appropriarsi, ridistribuire, riprodurre qualsiasi frase, contento o immagine presente su di questo sito perché frutto del lavoro e dell´intelletto dell´autore stesso.
É vietata la copia e la riproduzione dei contenuti e immagini in qualsiasi forma.
É vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall´autore.

Rubrus il 2020-06-18 13:51:09
Piaciuto questo racconto dalle atmosfere che, specie nell'incipit, ricordano Rodari. Tanto gradito che mi pare di vedere due buchi che, pur nella ellissi tipica e necessaria dei racconti di Rodari (per cui, per esempio, non serve e non si chiede la verosimiglianza del processo di inaridimento e desertificazione, nè se ne avverte il bisogno) avverto. Il primo è il legame tra i cavalli e la ricomparsa del fiume, il secondo è che, preciserei che, alla fine, la gente è pur scesa da cavallo, ma a questo punto mi chiedo che fine abbia fatto il branco. Piaciuto, ciao.

Mauro Banfi il Moscone il 2020-06-18 17:04:33
Grazie Roberto, un tuo piaciuto per me vale di più di una laurea honoris causa in lettere moderne.
Calzantissimo Rodari e inoltre alcuni eco thriller che ho visto ultimamente e le metamorfosi di Ovidio riscritte e lette da Vittorio Sermonti.
Due dinamiche: le cose e le persone non sono mai da dare per scontate e i violenti cambiamenti a cui siamo e saremo sottoposti nel terzo millennio.
Nel Novecento si è scatenata la violenza della storia sull'individuo, e ora, anche per responsabilità dirette e indirette dell'individuo verremo alluvionati dala violenza della natura sull'individuo.
Mi spiace per il mio pessimismo greco, ma la vedo così e trovo che solo la scrittura creativa o la creatività in genere sia l'unica possibilità di eu-daimonia, di liberazione, di esorcismo, di gioia possibile sotto il bombardamento di queste violente e continue mutazioni, ormai arrivate al limite del sostenibile: il vaso di Pandora è rotto, c'è poco da fare.
Abbi gioia

RISPONDI CON EDITOR AVANZATO